EPIFANIA, L’ADORAZIONE DEI MAGI

 

 

Andy Warhol :Piccola stampa del1957 collezione privata di Peter Brand, esposta a Milano nel 2013.

«Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo»   Queste sono le parole del Vangelo, e questo è quanto  Andy Warhol ha voluto rappresentare nella sua stampa, in modo non consueto e stravolgendo la normale iconografia del Presepio.

Intanto nella raffigurazione del Presepe si nota subito l’assenza delle figure fondamentali di Maria e Giuseppe. e mancano pure i pastori. Una sola pecorella dorme sul pagliericcio ai piedi del Bambino Gesù. Anche il bue e l’asinello non sono al loro posto, e solo un animale (forse l’asinello) si intravede fuori.

Fuori rimane anche la stella che ha guidato fino a Betlemme i Magi.

Manca anche l’angelo ed è il piccolo Gesù che viene rappresentato come un angioletto che accoglie gioioso i doni che gli porgono i Magi.

Sul suo grembo riposa una gatta (la stessa della ceramica natalizia?) che allatta quattro gattini, partoriti forse a Natale.

Ancora una volta l’artista ci comunica il suo amore per i gatti, inserendoli nelle sue opere, e qui attribuisce sacrlità alla maternità, anche se animale.

I forti colori aggiungono fascino alla composizione, e fanno puntare gli occhi sull’assenza di colore centrale: Gesù Bambino.

Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
Solo per appuntamento:
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari da concordare.

0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: