RICORDATEVI DI FARE L’ESAME DELLE FECI AI VOSTRI CANI E GATTI ALMENO UNA VOLTA ALL’ANNO

Le infestazioni elmintiche nel cane e nel gatto sono molto frequenti.

Diversi fattori aumentano il rischio di contrarre parassiti:

1) l’età: i cuccioli già durante la gravidanza e l’allattamento possono infestarsi. Il rischio però perdura negli adulti e anche negli anziani.
2) l’ambiente: i soggetti che stanno sempre all’aperto, quelli che stanno nei canili e gattili, ma anche cani e gatti d’appartamento sono esposti.
3) l’alimentazione: cani e gatti che mangiano carne e pesce crudi, o roditori, hanno un rischio maggiore.

E’ importante raccogliere ed eliminare prontamente le feci degli animali per non contaminare l’ambiente da parte di uova e larve che hanno un’elevata resistenza. Certi parassiti sono infestanti subito dopo la deposizione mentre altri diventano infestanti dopo giorni o settimane di permanenza nell’ambiente alle giuste temperature.

E’ prudente utilizzare alimenti pronti o ben cotti.

Un esame delle feci permette di diagnosticare la presenza di parassiti intestinali. Si procede quindi al trattamento e un esame di controllo deve poi essere eseguito per controllare l’efficacia della cura.
Anche gli animali “sani” devono fare controlli o trattamenti preventivi, perché possono non presentare segni clinici.

A volte nei cuccioli ci possono essere già gravi forme di infestazione prima che ci sia una positività dell’esame coprologico, tutti i cuccioli dovrebbero quindi essere trattati a partire dalle 2 settimane di vita ad intervalli regolari.
Nel gattino il contagio avviene solo attraverso l’allattamento, quindi è bene iniziare i trattamenti dalle 3 settimane di vita.
Insieme ai cuccioli dovrebbero sempre essere sempre trattate anche le madri.

Negli animali sani e adulti queste patologie non sono di solito accompagnate da segni clinici e quindi è impossibile stabilire se un cane è infestato senza un esame delle feci.

L’ESCCAP (European Scientific Counsel Companion Animal Parasites) ha creato delle linee guida che consigliano 4 trattamenti all’anno (uno ogni 3 mesi) accompagnati da ripetuti esami delle feci.

 

Categorie: CaniGattiSalute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Consigli di lettura

LA GATTOMACHIA

LA GATTOMACHIA         Il giovane pianista e compositore Orazio Sciortino, ha messo in musica il poema epico burlesco di Lope de Vega del 1634 “La Gattomachia”, dove si narrano inganni amorosi, duelli Leggi tutto…

Cani

ALAIN DELON 8 NOVEMBRE 1935

ALAIN DELON 8 NOVEMBRE 1935             È profondo il legame tra Alain Delon e i suoi cani. Nella sua vita ne ha avuti una cinquantina e almeno trentacinque sono sepolti Leggi tutto…

Cani

GLI SPOSTAMENTI PER MOTIVI DI SALUTE NON SONO LIMITATI

GLI SPOSTAMENTI PER MOTIVI DI SALUTE NON SONO LIMITATI         Le limitazioni agli spostamenti in questa nuova emergenza prevedono le stesse eccezioni già previste della Fase 1 della pandemia:   – comprovate Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: