OGGI È LA GIORNATA MONDIALE DEL VETERINARIO

Sono orgogliosa di essere un Medico Veterinario!

L’ultimo sabato del mese di aprile di ogni anno è stato scelto scelto nel 2000 dalla World Veterinary Association (WVA), un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 1863, per festeggiare la figura del Medico Veterinario evidenziando il grande lavoro svolto in tutto il mondo, per sensibilizzare l’opinione pubblica e per ringraziarli del loro incredibile lavoro.

In quest’occasione si evidenzia come la professione veterinaria contribuisca non solo alla salute animale, ma anche a quella degli esseri umani, sottolineando il ruolo vitale dei medici veterinari per assicurare il benessere animale. la sicurezza alimentare. il commercio mondiale sicuro di animali e prodotti e sottoprodotti zootecnici e la protezione della salute pubblica.

La maggioranza delle persone conosce il veterinario come “il medico degli animali”, tuttavia i veterinari sono coinvolti nella salute pubblica per migliorare la salute e il benessere degli animali, delle persone e dell’ambiente.
I veterinari partecipano attivamente in tutto il mondo nell’educazione, nell’uso responsabile dei farmaci per gli animali, nella vigilanza per individuare e diagnosticare malattie degli animali, delle persone e la protezione dell’ambiente

Studiano le epidemie che possono trasmettersi dagli animali all’uomo, le zoonosi, come la rabbia, l’influenza aviare, l’Ebola… ricercando nuovi vaccini.
Sviluppano politiche e promuovono leggi per migliorare la cura e il benessere degli animali in tutto il mondo.
Si prendono cura degli animali destinati all’alimentazione umana, per far sì che le carni e i prodotti siano sicuri e nutrienti per le persone..

La WVA e l’ Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE) assegneranno un premio al Medico Veterinario che avrà dato il miglior contributo sul tema scelto per il 2018: Il ruolo della professione veterinaria nello sviluppo sostenibile per migliorare i mezzi di sostentamento, la sicurezza e l’innocuità degli alimenti. (Nel 2017 era stato: Resistenza agli Agenti Antimicrobici – dalla Sensibilizzazione all’Azione.)

Si stima che la popolazione mondiale raggiungerà il numero di 9.700.000.000 persone nel 2050, e la richiesta di proteine e sottoprodotti animali crescerà proporzionalmente.

Prevenendo e controllando le malattie degli animali, i medici veterinari svolgono un ruolo cruciale nell’assicurare alimenti sufficienti, sicuri e di alta qualità, migliorando così la salute e il benessere della gente e degli animali. Allo stesso modo contribuiscono a garantire l’esistenza di risorse adeguate per le generazioni future, promuovendo lo sviluppo di sistemi di produzione di bestiame sostenibili, responsabili ed efficienti.

Inoltre, la professione veterinaria è responsabile del controllo e dell’ispezione dei prodotti di origine animale in tutte le sue tappe, dall’allevamento alla tavola, per garantire l’innocuità degli alimenti alla popolazione mondiale.

Queste attività contribuiranno al compimento degli obbiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU come la povertà e la fame azzerate, con la salute e la crescita economica.

La FNOVI (Federazione Nazionale Ordini. Veterinari Italiani), raccogliendo la proposta della Word Veterinary Association, ha invitato tutti i colleghi a festeggiare questa giornata, sollecitandoli a cogliere anche questa occasione per dimostrare a tutti quale sia il contributo che i medici veterinari apportano quotidianamente alla società.

Noi medici veterinari siamo certamente consapevoli delle responsabilità che abbiamo verso le persone ed i nostri pazienti, della complessità e della responsabilità della nostra professione.
La società ci richiede sempre giusta e grande professionalità ma è più incline a percepire i vizi che le virtù.
In un momento come questo può sembrare che ci sia poco da festeggiare: siamo rattristati dalla ridotta considerazione che viene riservata al nostro ruolo, ma determinati a recuperarla; altre professionalità cercano di svolgere il nostro lavoro, ma impiegheremo ogni energia per tutelare i cittadini, gli animali e noi stessi; qualcuno ci accusa di essere avidi e negligenti, eppure la nostra professione, svolta con competenza e dignità, è un patrimonio di tutti.
Proprio perché consapevoli che la coscienza non è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino e del quale non si serve mai per se stesso, siamo determinati a rappresentare la vera coscienza di una Categoria affidabile, competente e generosa.
Nella giornata mondiale dei veterinari la Federazione Nazionale dei Veterinari Italiani augura a tutte le colleghe e i colleghi che lavorano ogni giorno per prevenire e curare le malattie degli animali, per garantire la sicurezza degli alimenti, a chi svolge i turni notturni e nei giorni festivi, a chi esercita il controllo alle frontiere, a chi si occupa di benessere degli animali, a chi è impegnato nella protezione degli animali selvatici e dell’ambiente, a coloro che eseguono le analisi di laboratorio, a chi si impegna nell’insegnamento e nella legislazione, di svolgere sempre la nostra professione con l’abilità che deriva dall’esperienza e l’entusiasmo che ci ha fatto intraprendere questa strada.
Un siffatto augurio oggi è quasi una messa alla prova.
C’è sempre un grano di pazzia nell’amore, così come c’è sempre un grano di logica nella follia.

Gaetano Penocchio

 

Categorie: Ricorrenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cani

MARILYN MONROE E I CANI

MARILYN MONROE E I CANI           Il 1 giugno,1926 nasceva l’attrice Marilyn Monroe. Il suo amore per tutti gli animali è risaputo e nella sua vita ebbe vari cani con cui Leggi tutto…

Musica

RICORDANDO MIA MARTINI

RICORDANDO MIA MARTINI         Il 12 maggio 1995 l’impareggiabile cantante Mia Martini ci lasciava, inaspettatamente e troppo presto.   Ebbe un cagnolino che visse con lei sedici anni e di cui sentì Leggi tutto…

Arte

KELLY INGRAM PARK

KELLY INGRAM PARK         A Birmingham, Alabama, USA, si trova un grande parco, il Kelly Ingram Park. Il parco fu chiamato così nel 1932 in ricordo del vigile del fuoco Osmond Kelly Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: