LA TRIADITE DEL GATTO

 
 
 
 
 
Nel gatto, la concomitante infiammazione di fegato/vie biliari, intestino e pancreas è definita con il termine triadite.
 
Il gatto ne è più soggetto del cane e sembra esseredovuto dal fatto che, a differenza che nel cane, il dotto pancreatico e il coledoco si fondono in un unico canale prima di entrare nel duodeno. Questo offre una maggior probabilità alla bile, e/o ai batteri ascendenti dall’intestino, di risalire lungo il dotto stesso causando contemporaneamente pancreatite e colangite.
 
 
Tríade felina - ECO Diagnóstico Veterinário
 
 
 
L’infiammazione delle vie biliari – colangite/colangioepatite acuta e cronica -, l’infiammazione dell’intestino – ibd, duodenite acuta e cronica -, e l’infiammazione del pancreas – pancreatite acuta/ cronica – possono essere allo stesso tempo le cause o le conseguenze reciproche di questa sindrome.
La patogenesi risulta sconosciuta e sono state formulate diverse ipotesi al riguardo, prendendo in considerazione il ruolo sia dei batteri sia del sistema immunitario a partenza intestinale.
 
Il gatto può presentare febbre, stanchezza e apatia, un appetito diminuito o assente, forte dimagramento, disidratazione, pelo arruffato e sporco, diarrea, vomito….
Nei casi più gravi ittero, ascite, epatomegalia, aumento dello spessore dell’intestino…
Questi sintomi possono comparire tutti contemporaneamente, o gradualmente con l’aumentare della gravità di questa sindrome.
A volte se ne presentano solo alcuni.
 
Per poter procedere a una diagnosi vanno eseguiti una serie di esami:
ematochimica/emocromo, analisi delle feci, Rx, ecografia ed eventuale endoscopia e biopsia d’organo,
 
E’ importante fare una diagnosi differenziale nei confronti di altre malattie comuni e frequenti del gatto: della FIP (Peritonite Infettiva Felina), del Linfoma intestinale del gatto, della Lipidosi epatica o altre Epatopatie e Malattie infettive gastrointestinali perché questi sintomi sono comuni.
 
La terapia dovrà tenere conto dei diversi sintomi, del grado di interessamento di ogni organo e della compromissione dello stato clinico generale del gatto, potendosi rivelare più o meno efficace.
Andrà curata anche l’alimentazione.
 
 
 
Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
Per appuntamento.:
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari da concordare.
Categorie: GattiSalute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Gatti

METODI CONTRACCETTIVI PER LE GATTE

METODI CONTRACCETTIVI PER LE GATTE             È risaputo che le gatte hanno ottime capacità riproduttive. Già ai tempi dell’antico Egitto le si venerava quale simbolo di fertilità.    Nell’epoca in Leggi tutto…

Arte

ANTICO CIMITERO DI GATTI IN EGITTO

ANTICO CIMITERO DI GATTI IN EGITTO           Nell’antico Egitto il culto dei gatti assunse un’importanza tale che sorsero in tutto il Regno una serie di necropoli a loro dedicate.   Il Leggi tutto…

Altri animali

FRIDA KAHLO E GLI ANIMALI

FRIDA KAHLO E GLI ANIMALI       Frida Kahlo, all’anagrafe Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón (Coyoacán, 6 luglio 1907 – Coyoacán, 13 luglio 1954) è stata un’artista messicana.   Ebbe una vita costellata Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: