IL CANE ANZIANO

La vita dei cani si sta allungando, grazie a una corretta alimentazione, al progresso della Medicina Veterinaria, e a una migliore qualità della loro vita.

La vecchiaia non è una malattia, ma una normale condizione fisiologica, con caratteristiche specifiche.

Un cane si considera maturo quando ha raggiunto circa il 50% della sua aspettativa di vita, e anziano quando inizia l’ultimo  terzo.

All’inizio è difficile riconoscere i segni dell’invecchiamento perché i segnali sono poco evidenti, ma riuscire a individuarli precocemente permette di aiutarli da subito e offrire loro maggior benessere.

I sintomi dell’invecchiamento compaiono gradualmente, cambiando molto da un soggetto all’altro.

Il metabolismo dei cani che stanno invecchiando si modifica e rallenta, diminuiscono i muscoli a favore della massa grassa  con il rischio di sovrappeso e obesità, e le varie patologie che ne conseguono. A volte invece, pur mangiando regolarmente, dimagriscono, e sembra che si “asciughino”.

Si osservano trasformazioni nel loro comportamento, questo è dovuto all’invecchiamento cerebrale, un processo naturale che però può mutare sia il loro carattere, che alcune capacità. Possiamo accorgerci che a volte sono disorientati in casa, e fuori; alterano le abitudini alimentari e i ritmi del sonno; cambiano il carattere diventando più remissivi o più irritabili, cercano maggiormente le coccole o si infastidiscono al contatto, modificano le relazioni e le reazioni con il proprietario e le altre persone che frequentano.

Fra i segni più evidenti ci sono le variazioni del pelo e della cute: il manto incanutisce a partire dal muso e contorno occhi; aumenta la perdita di pelo, che si presenta sfibrato e più opaco.

Invecchiando, alcuni cani tendono a dormire di più, diventano meno attivi, meno desiderosi di passeggiare o di giocare, più lenti e meno agili, presentando, a volte, difficoltà a svolgere attività semplici.

Intorno ai sette anni si deve aumentare il numero di visite al vostro cane, non sono più sufficienti quelle in concomitanza con le vaccinazioni.

Il Medico Veterinario vi potrà dare le giuste indicazioni per continuare a mantenerlo in salute, e potergli offrire così una qualità di vita migliore e prolungata.

 

Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
Solo per appuntamento:
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari da concordare.

 

 

Categorie: CaniSalute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Gatti

IL LINFOMA NEL GATTO

IL LINFOMA NEL GATTO             Il linfoma è un tipo di cancro maligno ed è una delle neoplasie più comuni tra le malattie che possono colpire i gatti. Secondo l’AVMA Leggi tutto…

Cani

IL CANE SORDO

IL CANE SORDO         I cani possono perdere l’udito per cause diverse. I problemi congeniti, fisici o chimici, possono essere tra i fattori più comuni della sordità che fa nascere il cane Leggi tutto…

Cani

QUANTITÀ DI ACQUA NECESSARIA A CANI E GATTI

QUANTITÀ DI ACQUA NECESSARIA A CANI E GATTI           È molto importante che cane e gatto assumano regolarmente il corretto apporto di acqua, altrimenti possono esserci gravi scompensi per l’organismo. Il Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: