CONVIVENZA TRA CONIGLIO E GATTO

 
 
Giant Rabbit And Cat Meet, Become Total Twins - The Dodo
 
 
 
Come fare andare d’accordo un coniglio e un gatto ?
 
Molti gatti convivono pacificamente con i conigli e viceversa, nonostante i primi siano predatori e i secondi prede.
 
Occorrono sempre pazienza e gradualità
Regola principale: i due animali non vanno mai lasciati da soli all’inizio.
Occorre rimanere sempre vigili, cercando di anticipare eventuali reazioni negative e intervenendo solo se necessario.
 
Potrebbe volerci molta pazienza, non si devono bruciare le tappe e va lasciato ai due pelosetti il tempo necessario per abituarsi l’un l’altro..
 
L’utilizzo di barriere fisiche (recinti o cancelletti) possono tornare utili, da evitare sempre punizioni fisiche che, oltre a tutto, possono risultare controproducenti.
 
A volte bastano poche ore, più spesso qualche giorno, ma possono volerci anche settimane.
 
Crescere insieme è decisamente l’opzione migliore: fare entrare in casa contemporaneamente i due cuccioli porta, il più delle volte, a ottimi risultati.
 
 
 
Do cats and rabbits get along? | LoveCATS World
 
 
 
Il territorio non è ancora di nessuno, le dimensioni sono più o meno le stesse e loro possono imparare a conoscersi,
 
Occorre comunque vigilare, il gattino, di solito è più curioso ed esuberante del coniglio, potrebbe cercare il gioco in maniera insistente e ferire il compagno con le sue unghiette appuntite (per precauzione si si dovrebbero spuntare leggermente) e il coniglietto reagire, ma di solito la convivenza si instaura in pochissimo tempo.
 
Quando il padrone di casa fosse un coniglio adulto e non troppo timido, non va dimenticato il suo istinto territoriale naturale: sia maschio che femmina, si sentirebbe il “padrone” e potrebbe vedere il nuovo arrivato come un intruso e aggredirlo.
 
 
 
I was worried about my how my bunny would get along with my new kitten.  Things are going better than expected. : aww
 
 
 
Il gattino, a sua volta, davanti a un coniglio adulto, potrebbe reagire o scappare ma di solito la gerarchia viene stabilita velocemente, permettendo di raggiungere l’equilibrio in poco tempo.
 
Se il coniglio fosse già sterilizzato o castrato sarebbe decisamente meglio e potrebbe accelerare l’armonia.
 
Comunque, se le prime reazioni non fossero pacifiche, meglio interrompere il contatto diretto, per riprovare in un secondo momento.
 
Potrebbe risultare molto utile mantenerli in contatto visivo, ma fisicamente separati. Si possono utilizzare un recinto, un cancelletto o anche trattenere il gattino all’interno di un trasportino affinché il coniglio lo possa annusare e studiare
 
Se però le reazioni non sono delle migliori, meglio riprovare in un secondo tempo.
 
Quando in casa è presente un gatto adulto e si introduce un giovane coniglio o uno un po’ più grande ma timido, è facile che, alla presenza del gatto, la piccola preda si dia alla fuga.
 
 
 
can cats and bunnies live together | BinkyBunny
 
 
 
Questa reazione potrebbe far scattare il meccanismo innato della caccia: il felino potrebbe decidere di attaccare a sua volta il nuovo arrivato, con conseguenze anche gravi.
 
Occorre procedere con calma, facendo ambientare bene il coniglio nella nuova casa tenendolo in un ambiente inaccessibile al gatto che nel frattempo comincerà a sentirne l’odore e ad abituarsi.
In seguito glielo si potrà fare incontrare, ma solo attraverso una barriera fisica: una gabbia ampia che consenta al coniglio di muoversi e di comportarsi naturalmente ma anche di nascondersi (serve sempre una tana) potrebbe essere una buona soluzione.
 
In questo modo il gatto potrà iniziare a vederlo e annusarlo senza poterlo aggredire.
Fate attenzione che la gabbia o il trasportino abbiano sbarre sufficientemente strette da evitare le artigliate dall’esterno.
 
Quando si saranno abituati li si potrà fare incontrare in campo aperto, rimanendo però all’erta e pronti ad intervenire.
 
Il gatto, che per sua natura è un solitario, potrebbe anche non arrivare mai ad accettare del tutto il coniglio ma solo tollerarlo e ignorarlo, anche se il più delle volte si riesca a raggiungere un buon equilibrio.
 
Per una serena convivenza tra gatto e coniglio privacy e spazio sono fondamentali.
Ognuno avrà bisogno dei suoi spazi: sia l’uno che l’altro dovranno potersi isolare, il coniglio quindi dovrà sempre avere acceso a una tana mentre il gatto dovrà avere a disposizione una zona riposo non raggiungibili dal coniglio, oltre a cibo, lettiera.
 
Con il tempo e molta pazienza potranno raggiungere un’armoniosa convivenza.
 
 
 
 
Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
Solo per appuntamento:
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari da concordare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cani

CANI e GATTI e SEGNI ZODIACALI:  LEONE 23 luglio – 22 agosto

CANI e GATTI e SEGNI ZODIACALI:  LEONE 23 luglio – 22 agosto     Un po’ per gioco, un po’ per scherzo, un po’ per allegria, ma soprattutto per divertimento, in questo articolo verranno descritte Leggi tutto…

Cani

MUCCHE AL PASCOLO, ATTENZIONE.

MUCCHE AL PASCOLO, ATTENZIONE.             Quando si fanno escursioni in montagna, è facile incontrare mucche al pascolo.   L’incontro con gli animali sul pascolo richiede prudenza. Occorre ricordare che un Leggi tutto…

Altri animali

IL CONIGLIO ANZIANO

IL CONIGLIO ANZIANO       Il coniglio comincia a invecchiare intorno ai 7-8 anni. Certi superano i 10 anni di età senza problemi, mentre altri possono presentare i tipici problemi dovuti all’invecchiamento del corpo. Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: