CANICOLA dal 24 luglio al 24 agosto

 

 

La canicola (o solleone) rappresenta quel periodo di caldo, afoso e opprimente che, specie nelle ore centrali della giornata, è caratterizzato da alti valori di temperatura, di umidità e da assenza di vento.
Il motivo per cui al periodo più caldo dell’anno viene dato questo nome è dovuto al fatto che esso è collegato alla costellazione del Cane Maggiore.

 

CANICOLA dal 24 luglio al 24 agosto - Dr Vicla Sgaravatti

I popoli antichi osservavano quotidianamente il cielo perché grazie alla periodicità dei fenomeni astronomici riuscivano a preparare calendari precisi e determinare le date migliori per i lavori agricoli. Gli antichi Egizi avevano la necessità di prevedere le piene del Nilo, sulle quali era basata la loro sopravvivenza, e avevano notato che in un certo periodo dell’anno, verso metà luglio, la stella Sirio, che gli egiziani identificavano con Iside (dea della maternità e della fertilità) sorgeva appena prima del Sole, e poche settimane dopo tale data arrivava la piena. Credevano infatti che fosse proprio la levata eliaca di questa stella il fattore scatenante delle piene del Nilo, evento che gli egiziani attendevano con grande favore, poiché le sue esondazioni andavano a fertilizzare i terreni irrorati, permettendo quindi il sostentamento della popolazione.
Sirio poi è diventata la “stella del cane”, perché secondo la tradizione greca rappresenta uno dei due cani che accompagnavano il gigante Orione nelle sue battute di caccia. Per questo, la canicola (dal latino “piccolo cane”) è associata all’antico nome di Sirio (che oggi è infatti la stella più brillante della costellazione del Cane Maggiore) e quindi, per estensione, all’intenso calore di quei giorni, i più “bollenti” dell’anno.
Il Cane Maggiore (in latino Canis Major) è una delle 48 costellazioni elencate da Claudio Tolomeo (II secolo d.C.) ed è anche una delle 88 costellazioni moderne. La sua individuazione in cielo è abbastanza semplice, grazie alla presenza di Sirio, (Alfa Canis Majoris, conosciuta anche come Stella del Cane o Stella Canicola), la brillante stella che rappresenta il naso (o la bocca) del cane.
Canicola è un termine che deriva dal latino Canicula (piccolo cane) ed indica la stella più luminosa della costellazione del Cane Maggiore. Anticamente questa stella sorgeva con il Sole, levata eliaca ( momento in cui un pianeta o una stella sorge sopra l’orizzonte un po’ prima della comparsa del Sole) approssimativamente dal 24 luglio al 26 agosto, il periodo appunto detto della canicola.
Il nome della costellazione deriva probabilmente dagli antichi Egizi, in quanto avvertiva con la sua levata eliaca (come un cane vigile), l’arrivo del periodo delle inondazioni del Nilo.
Secondo un’altra versione della mitologia greca il Cane Maggiore sarebbe, invece, Lepalo, il cane di Procri, figlia del re ateniese Eretteo. Lepalo era così veloce che nessuna preda poteva sfuggirgli. A Procri era stato donato da Minosse, re di Creta, che nei confronti della fanciulla nutriva tenere speranze. Minosse lo ereditò dalla madre Europa, che a sua volta lo ebbe in dono da Zeus, innamoratosi di lei.
Nel periodo Medievale la canicola iniziava a San Cristoforo, il 25 luglio, e finiva il 24 agosto, San Bartolomeo. Questo periodo dell’anno aveva una particolare attrazione simbolica nella cultura popolare.
Il forte simbolismo di questo periodo era derivato da varie credenze:
– si pensava, per esempio, che la presenza di Sirio nel cielo fosse la causa della calura, sommandosi il suo calore a quello del sole;
– si temeva che avesse risvolti malefici per il “surriscaldamento del sangue” che facilitava le malattie, in realtà causate dall’aumento delle zanzare malariche.
– si credeva che il caldo canicolare influenzasse anche la riuscita di alcune ricette per cui era il periodo propizio per procurarsi alcuni ingredienti e lavorarli adeguatamente per ottenere particolari sostanze.
Ma la canicola è davvero il periodo più caldo dell’estate?
Si potrebbe pensare che il Solstizio d’Estate (21 giugno) e quindi l’inizio della stagione estiva coincida con l’avvento della maggiore calura. In realtà, a causa dell’inerzia termica, l’emisfero boreale comincia a sentire l’effetto della maggiore irradiazione solare circa un mese dopo. Per questo motivo, normalmente, il periodo tra la fine di luglio e la fine di agosto risulta essere quello più caldo.
Il legame tra la costellazione del Cane Maggiore ed il caldo torrido ad esso associato lo ritroviamo anche nei miti. Il nome Sirio, infatti, viene dalla parola greca seiros che significa «che fa appassire» o «che inaridisce», molto appropriato per una stella così splendente.
Ai tempi dei Greci il suo sorgere all’alba, proprio prima del Sole, segnava l’inizio della parte più calda dell’estate, un periodo che da allora si chiamò: Canicola o Giorni del cane.
«Abbaiando lancia fiamme e raddoppia il caldo ardente del Sole» disse Marco Manilio, esprimendo l’opinione dei Greci e dei Romani che quella stella fosse portatrice di gran caldo.
Lo scrittore dell’antica Grecia Esiodo parlò di: «teste e membra essiccate da Sirio»
… e Virgilio nelle Georgiche disse: «la torrida Stella del Cane spacca i campi».

 

Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari per appuntamento.

Categorie: RicorrenzeVarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cani

IL SENSO DELL’OLFATTO NEI CANI

 IL SENSO DELL’OLFATTO NEI CANI     I sensi sono cinque, e sono quelle parti del corpo che con la loro attività fanno conoscere ogni aspetto della realtà: immagini delle cose, suoni, odori, sapori e Leggi tutto…

Cani

RESIDUATI BELLICI NON ESPLOSIVI MA UGUALMENTE PERICOLOSI…

RESIDUATI BELLICI NON ESPLOSIVI MA UGUALMENTE PERICOLOSI…             Sul sito Popolis.it, il 2 febbraio 2016 era apparso un articolo nella sezione Storie&Misteriintitolato “I cani abbandonati dei nazisti” a cura di Leggi tutto…

Arte

SALUKI ALL’UNIVERSITÀ?!

SALUKI ALL’UNIVERSITÀ?!     Non credo che tutti gli amanti dei cani sappiano che c’è un’Università negli USA che ha come mascotte proprio il Saluki.  Questo levriero compare  pure nel nome dell squadra di pallacanestro Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: