BENVENUTO CELLINI E IL SALUKI

 
 
Sakuki Greyhound by CELLINI, Benvenuto
 
 
Benvenuto Cellini, (Firenze, 1 novembre 1500 – Firenze, 13 febbraio 1571) è stato un grande artista del Manierismo, scultore, orafo, cesellatore…scrittore.
 
In un suo diario di ricordi, appunti e conti, conservato presso la Biblioteca Riccardiana di Firenze è stato trovato questo scritto:
“Lo Illustrissimo signor duca Cosimo de’ Medici di firenze de’ dare a di 25 agosto 1545…scudi dieci, sono per fattura e bronzo di un canedi basso rilievo, di grandezza di mezzo braccio in circa. Lo quale cane si fece per una pruova per conoscere le terre per poter gittare Il Perseo, ed ebbelo sua Eccellenza.”
 
Si tratta del famoso medaglione raffigurante un Saluki, (bronzo di 18 x 28 cm) conservato a Firenze, al Museo Nazionale del Bargello.
 
Quest’opera non gli fu commissionata, ma la eseguì Cellini liberamente, per saggiare i materiali, le terre, i forni e le tecniche di fusione in previsione della sua opera il Perseo, in cui voleva sperimentare la fusione unica, non ancora in uso, per competere con le grandi sculture di marmo, in un blocco unico.
 
Doveva essere solo una prova, ma il risultato fu questa straordinaria gemma antica, dentro una semplicissima montatura, con le proporzioni delle placchette Rinascimentali, piccole forme di metalli preziosi o bronzo, da indossare su mantelli, abiti, cappelli.
 
Non avendo nessun committente e quindi nessun vincolo, Benvenuto fu libero di plasmare un meraviglioso Saluki, di quei cani che nobili e signori europei si facevano arrivare dai deserti dell’impero Ottomano.
 
Il risultato è un’opera senza tempo, con lo spazio occupato dalla monumentale presenza del levriero che sembra perfino dialogare con la propia cornice.
Cosimo I de’ Medici lo acquistò in un secondo tempo, forse incantato dal pregio e dalla raffinata poesia che emanava quel bassorilievo; se si considera che elargiva allo scultore uno stipendio di 200 scudi l’anno come artista di corte, il prezzo pagato per l’opera di 10 scudi era una cifra di tutto rispetto.
 
 

 

Vicla Sgaravatti
Medico Veterinario
via Rembrandt 38- Milano
02 4009 1350
martedì e giovedì 15-19
sabato 9,30-12,30
Altri orari per appuntamento.
Categorie: ArteCaniLevrieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cani

IL CANE SORDO

IL CANE SORDO         I cani possono perdere l’udito per cause diverse. I problemi congeniti, fisici o chimici, possono essere tra i fattori più comuni della sordità che fa nascere il cane Leggi tutto…

Cani

QUANTITÀ DI ACQUA NECESSARIA A CANI E GATTI

QUANTITÀ DI ACQUA NECESSARIA A CANI E GATTI           È molto importante che cane e gatto assumano regolarmente il corretto apporto di acqua, altrimenti possono esserci gravi scompensi per l’organismo. Il Leggi tutto…

Cani

RICORDANDO ENZO JANNACCI

RICORDANDO ENZO JANNACCI       Il 29 marzo 2013 moriva Enzo Jannacci, medico e artista, come dice la sua lapide al Cimitero Monumentale di Milano.   Nelle vesti di dottore disse:   “Come medico Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: